Cremonese
Commenta

Cremonese alla prova
Empoli: tutti i segreti
della capolista

Cremonese in campo alle 16.00 allo Zini contro l’Empoli nel recupero della 31esima giornata di campionato, rinviata a causa dei numerosi casi Covid che avevano colpito i toscani. Gli azzurri si presentano a Cremona da primi in classifica, con una sola sconfitta rimediata in tutto il campionato (il 1° novembre contro il Venezia) e con una striscia di quattro vittorie consecutive.

Alessio Dionisi ha impostato la sua squadra utilizzando come sistema di riferimento il 4-3-1-2 che mira a controllare la palla (54% di possesso, il secondo dato più alto del torneo) a partire da un’uscita paziente da dietro cui si unisce una circolazione insistita tra i 4 difensori in attesa di trovare il momento giusto per pescare l’uomo dietro la linea di pressione.

L’Empoli infatti è tra le squadre che lancia meno (14esimo), preferendo affidarsi a passaggi filtranti (quarto, subito dietro la Cremonese), anche se non ama installarsi nelle metà campo offensiva (ottavo per passaggi nella trequarti) preferendo attrarre gli avversari per attaccarli in campo grande utilizzando molto spesso i cross (secondo).

Tuttavia i toscani riescono ad arrivare molto spesso in area (secondo per numero di tocchi negli ultimi 16 metri), anche grazie alle iniziative individuali dei propri singoli (quarto per uno contro uno e dribbling).

Gli azzurri sono il secondo miglior attacco del campionato, ma sono la formazione che tira di più e quella che genera più expected Goal (xG)*. Senza palla, invece, decidono di non pressare con un’intensità particolarmente elevata (settimo indice PPDA** più alto). La formazione di Dionisi è per distacco la miglior difesa del campionato, anche se è 11esima per xG concessi e solo quarta per minor quantità di tiri subiti.

Mauro Taino

*Expected Goal (xG): una misura della probabilità che ha un determinato tiro di essere trasformato in gol.

**PPDA: passaggi concessi per azione difensiva che includono le azioni all’interno degli ultimi 60 metri di campo della squadra che attacca. Più è basso, più l’intensità del pressing è elevata.

Dati e Grafiche Wyscout S.p.A. (wyscout.com)

© Riproduzione riservata
Commenti