Pergolettese
Commenta

Pergo rimontato dal Lecco
(sbagliando pure un rigore):
ma è un punto prezioso

Peccato soltanto per il successo dell’Olbia contro la Pistoiese, che avvicina i sardi, ma 42 punti sono un bottino rassicurante per gli uomini di De Paola, ora a -1 dal decimo posto playoff (e con una gara da recuperare).

Si vinceva 2-0 e si è pure sbagliato un rigore. Quando è così, non è facile accontentarsi di un pareggio. Tuttavia il 2-2 contro il Lecco ottenuto oggi, mercoledì 31 marzo, nel recupero della 31esima giornata del girone A di serie C puntella la classifica della Pergolettese e non può certo essere disprezzato. Peccato soltanto per il successo dell’Olbia contro la Pistoiese, che avvicina i sardi, ma 42 punti sono un bottino rassicurante per gli uomini di De Paola, ora a -1 dal decimo posto playoff (e con una gara da recuperare).

I gialloblù partono forte e al 12’ guadagnano un rigore per fallo su Scardina che era arrivato in anticipo su Cauz. Dal dischetto calcia Varas, al rientro dopo il Covid, e non spreca, col brivido, giocando di sponda coi due pali per il suo terzo gol in campionato. Passa un solo minuto e in contropiede i cremaschi sembrano chiuderla: Duca per Varas che trova Scardina al centro dell’area. Spaccata letale e 2-0.

Primo squillo lecchese al 26’, quando Cauz, autore del fallo da rigore, prova a risolvere una mischia dall’area piccola ma trova il riflesso di Ghidotti. Il Lecco ha tanti uomini tecnicamente dotato e Iocolano lo dimostra prima di fine tempo, calciando fuori di poco.

Nella ripresa proprio Iocolano dà il via all’azione che porta al rigore del 2-1, trasformato dallo stesso numero 17. Il fallo di Villa su Azzi, tuttavia, non è solare: ad ogni modo al 47’ gara riaperta. E’ un altro Lecco e il tentativo di Azzi dal limite esalta ancora Ghidotti.

Al 62’ è invece Candela dai 30 metri a scaldare i guantoni di Pissardo. Due minuti dopo, su punizione in mezzo Scardina viene cinturato ed è ancora rigore. Calcia Duca, che macchia il suo periodo d’oro alzando troppo la mira.

Al 74’ la doccia fredda: angolo del solito Iocolano, Marzoratti, ex serie A ad Empoli, di testa incorna il 2-2. La Pergolettese non si accontenta, ma l’ultimo spunto di Faini all’89’ finisce largo di poco.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti