Commenta

La Lega Calcio di serie C scrive
alla gussolese Doris Bia: 'Un grazie
per la tua scelta di coraggio'

La Lega Pro per l’8 marzo scrive a Doris Bia, infermiera di Cremona, un simbolo di cuore e coraggio, che un anno fa lasciò il ruolo di Assessore all’Ambiente, alla Cultura e allo Sviluppo Sostenibile del Comune di Gussola, in provincia di Cremona, per tornare in corsia all’ospedale Oglio Po.

Il Presidente Ghirelli le ha inviato una lettera di ringraziamento a nome della Lega Pro e il pallone della C, che ” racchiude” il calcio dei valori. “Cara Doris- si legge nella lettera- la prima parola che vogliamo rivolgerLe è grazie.

La sua è una storia che fa bene. Le scrivo a nome della C e dei suoi club, che rappresentano il nostro Paese. Sono espressione, tradizione, storia dell’Italia. La C è la storia di cuore e coraggio di uomini e donne che, anche attraverso il calcio, si impegnano nel sociale.

La bellezza della vita: ripartiamo ogni giorno da questa base e dalle sue parole che rimarcano l’importanza dell’ essere e del ” fare squadra”. Il pallone che inviamo è il nostro modo per ringraziare Lei e tutte le donne che sono impegnate ogni giorno per sconfiggere il nemico di tutti, il Covid-19.

Mi piacerebbe estenderLe un invito.” Ci vediamo allo stadio”. E scrivere accanto la parola “presto”. È speranza. Sarebbe un passo tangibile di ritorno alla vita”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Guido Lombardi (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Guido Lombardi.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware