Vanoli
Commenta

La Vanoli esce sconfitta
dopo due tempi supplementari
Vince Varese 110-105

Foto Morgano/DueEsseGroup

Openjobmetis Varese: Anthony Morse 6, Luis Scola 30, Niccolò De Vico 2, Ingus Jakovics 13 , Michele Ruzzier 5, Arturs Strautins 6, Giancarlo Ferrero 4, Toney Douglas 17, Anthony Beane 27, Alessandro Van N.E

Vanoli Cremona: TJ Williams 4, Lazar Trunic N.E, Giuseppe Poeta 30, Fabio Mian 13, Marcus Lee, David Cournooh 15, Topias Palmi 10 , Daulton Hommes 22, Jarvis Williams 11, Andrea Donda N.E.

Due overtime giocati in 6 uomini con un Poeta da 30 punti non bastano alla Vanoli per domare una Varese lunga e variegata.

Una partita molto importante per entrambe le squadre che va oltre la valenza di normale derby lombardo: in palio punti fondamentali per la salvezza per due squadre in zona retrocessione.
Torna TJ Williams, titolare dopo l’assenza per problemi al ginocchio, mentre nelle fila di Varese manca il neo acquisto John Egbunu.

Come da pronostico, a farla da padrona sono i due reparti offensivi: Varese e Vanoli sono la terza e la seconda peggior difesa del campionato, il primo tempo ad elastico ne è la riprova. Cremona parte molto bene con un 3-11, salvo poi subire un parziale di 12-0 che riapre il match. Varese ingrana più lentamente, ma una volta in gara rende difficile il match dei biancoblù: Dopo numerosi cambi di inerzia e comando, la Vanoli chiude all’intervallo 48-49 grazie ad un super Poeta. Scola ne segna 15 in un tempo, stessa cosa Hommes, l’altro top scorer del match.

Cremona perde Mian per falli e si affida ad una rotazione a sette uomini. La gara diventa così una battaglia di logoramento dove a farla padrona sono i singoli. Cournooh con la tripla regala il vantaggio alla Vanoli, Strautins segna i due punti allo scadere che valgono l’overtime (87-87).

Servono due tempi supplementari in equilibrio precario per determinare Varese la vincitrice del derby lombardo. a Cremona non bastano la grinta e il cuore per vincere la gara.

Lorenzo Scaratti

 

© Riproduzione riservata
Commenti