Volley
Commenta

Chromavis Abo, Tresoldi:
'A Trescore per imporre
il nostro gioco'

Un debutto di squadra positivo e da bottino pieno, un test probante all’orizzonte che per lei avrà anche la carica supplementare emotiva da ex di turno. In casa Chromavis Abo, sono le formazioni bergamasche a scandire l’inizio del cammino nel mini-girone B2 del raggruppamento B di serie B1 femminile. Dopo aver iniziato al meglio grazie al 3-0 di domenica al PalaCoim di Offanengo contro il Chorus Lemen Almenno, la squadra di Dino Guadalupi sta preparando la prima trasferta stagionale, in programma sabato a Trescore Balneario contro il Don Colleoni. Un match che vedrà la centrale della Chromavis Abo Livia Tresoldi sfidare il suo recente passato, con la giocatrice milanese classe 1998 proveniente proprio dal Don Colleoni.

In primis, Tresoldi riavvolge il nastro e guarda ai primi tre punti conquistati meritatamente domenica scorsa: “Era una partita da non sottovalutare contro una squadra giovane che se lasciata giocare poteva esaltarsi e metterci in difficoltà. Siamo riuscite a mantenere il nostro gioco, senza diminuire il livello di pallavolo espressa”. Quindi aggiunge. “In particolare, siamo riusciti a mettere in campo ciò che stiamo allenando. C’è stato un buon rapporto tra errori e punti in battuta e a muro abbiamo lavorato in modo pulito; sono contenta si vedano i frutti del nostro lavoro quotidiano. Come abbiamo vissuto il ritorno in campo dopo quasi un anno? E’ stato quasi surreale”.

Guardando all’orizzonte, per Offanengo si prospetta la gara esterna contro il Don Colleoni, la prima trasferta dell’anno: “Sarà bello tornare in campo per una sfida del genere. Abbiamo già affrontato Trescore in qualche allenamento congiunto e sappiamo che è una squadra da non sottovalutare. Il nostro obiettivo sarà imporre il nostro gioco con tranquillità e ordine: se riuscissimo a farlo, avremmo ottime chance di fare risultato”.

© Riproduzione riservata
Commenti