Vanoli
Commenta

Al Taliercio non basta una
grande Vanoli, vince
Venezia 88-84

Umana Reyer Venezia: Davide Casarin 1, Julyan Stone 3, Michael Bramos 17, Stefano Tonut 16, Andrea De Nicolao 6, Gasper Vidmar 3, Jeremy Chappell 3, Valerio Mazzola, Bruno Cerella 3, Mitchell Watt 27, Wes Clark 9.

Vanoli Cremona: TJ Williams 5, Lazar Trunic N.E , Giuseppe Poeta 14, Fabio Mian 7, Marcus Lee 7, David Cournooh 11, Topias Palmi 7, Daulton Hommes 16, Jarvis Williams 17, Andrea Donda N.E.

Una Reyer indebolita dalle assenze fatica contro una grande Vanoli, ma alla fine vincono i padroni di casa 88-84. Quarta vittoria consecutiva per i veneziani.

Cremona regge in avvio il confronto con Venezia, rimanendo punto a punto nonostante il dominio di Watt sotto canestro. Proprio il centro veneziano è il problema numero uno dei padroni di casa, 27 punti e 6 rimbalzi il bottino finale.

I ritmi sono molto alti durante tutto il match, con i padroni di casa che faticano nel primo tempo con numerose palle perse (14 totali) e brutte percentuali dal perimetro.

La Vanoli dal canto suo legge bene le difese veneziane e attacca con il suo top scorer: Daulton Hommes (16 punti). L’ala di Cremona da lo strappo nel secondo quarto con un 3/3 dal perimetro che permette ai biancoblù di prendere il largo a metà gara.

La Reyer continua a giocare a due velocità il match: subisce e recupera grazie ad un super Tonut, protagonista con le sue incursioni e assist.

Con il proseguire della gara la lunghezza della panchina veneta incide: la Reyer ruota i suoi lunghi e domina i rimbalzi offensivi che portano il pareggio di 60-60. Proprio nel terzo quarto Venezia dimostra tutte le sue qualità: fluidità offensiva e centimetri sotto canestro sono la chiave della rimonta.

Cremona dimostra ancora una volta di essere un gruppo solido e battagliero in gradi di rimanere in gara fino alla fine.

Nel quarto periodo esce ancora una volta la vera Venezia, grazie un Bramos quasi perfetto dal perimetro (5/6) e una grande difesa. Proprio i singoli hanno fatto la differenza in un finale di gara al cardiopalma: Poeta e TJ Williams nella Vanoli hanno risposto a Watt e Tonut. Notevole anche il solito Jarvis Williams coriaceo sotto canestro.

A fine gara rimane l’amarezza per una sconfitta, la terza di fila, che in più di una occasione sembrava pendere più dal lato di Venezia.

Lorenzo Scaratti

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti