Vanoli
Commenta

La Vanoli spaventa Milano
fino all'ultimo possesso,
ma non basta: ko 81-83

Vanoli Cremona: TJ Williams 13, Lazar Trunic N.E , Giuseppe Poeta 12, Fabio Mian 3, Marcus Lee 10, David Cournooh 4, Topias Palmi 9, Daulton Hommes 22, Jarvis Williams 8, Andrea Donda N.E.

A|X Armani Exchange Milano: Kevin Punter 15, Zach LeDay 10, Davide Moretti N.E, Riccardo Moraschini 7, Michael Roll 10, Sergio Rodriguez N.E, Kaleb Tarczewski 14, Paul Biligha 2, Andrea Cinciarini, Malcolm Delaney 7, Jeff Brooks 8, Luigi Datome 9.

Una Vanoli Cremona battagliera rimane in gara fino all’ultimo tiro di Hommes, ma Milano vince – senza convincere – 81-83.

Inizio di gara ad alte percentuali dalla lunga distanza: Brooks apre, Mian risponde. Milano prosegue il 100% da tre con Punter e Moraschini, risponde Hommes per la Vanoli: 6-9 il risultato.
Cremona sfida Milano dalla distanza, entrare in area è quasi proibitorio vista la differenza di centimetri dei due roster. La Vanoli riesce a stare al passo grazie alla palla rubata di Jarvis Williams e si porta sul 12-13. Galbiati schiera Lee al posto di Hommes per bilanciare lo strapotere fisico di Tarczewski e intensificare la difesa: Sorpasso Vanoli 16-15. Dentro Poeta, Messina risponde Cinciarini e Biligha. Aumenta l’intensità difensiva e Cremona va in bonus falli: l’Olimpia allunga a cronometro fermo e chiude il quarto 18-24.

Cremona parte con la tripla di Hommes e tiene Milano a zero punti nei primi 3 minuti di secondo periodo. Dopo la bomba iniziale, squadre in secca realizzativa fino al sesto minuto: appoggio di Roll e bimane di Tarczewski, Milano si accende. I biancoblù nonostante le numerose opportunità sprecate restano in scia 26-28, poi grazie alla difesa guadagnano il pareggio 28-28. Palmi esce dalla panchina e sigla la tripla del breve sorpasso, Milano esce ancora una volta con Punter e LeDay per il 33-35.

Tarczewski è incontenibile sotto canestro: c’è il suo contributo in ogni azione milanese, dal suo alley-oop chiuso Galbiati chiama timeout. Entrano Poeta e Jarvis Williams in un quintetto piccolo con Palmi, Hommes e Mian per il fine quarto. Ultimo possesso a Milano, ma Poeta manda Delaney in lunetta: 2/2. Cremona ha 10 secondi per il tiro: Hommes va in isolamento, ma la difesa milanese raddoppia, scarico per Poeta da tre che si ferma sul ferro, intervallo sul 35-44.

La ripresa inizia ancora una volta nel segno del centone Milanese: Tarczewski sigla 4 punti di fila e 1 rimbalzo rimanendo il problema numero uno della Vanoli. I cremonesi si affidano alla coppia Hommes-TJ per rimanere a galla 43-50. Milano sfrutta bene i tiratori dalla media Brooks e Moraschini mantenendosi avanti. I biancoblù difendono forte e limitano il gioco fluido delle scarpette rosse, ma la vera difficoltà rimane segnare contro la difesa solida. La soluzione la inventa TJ Williams sfruttando la capacità di attaccare il canestro e prendere fallo che valgono il 49-55.

Punter si mette in proprio con 4 punti nelle ultime due azioni, risponde Palmi con la tripla del 54-61. Leday crea e disfa: segna due punti. subisce un stoppata di Lee che si tramuta in tecnico per proteste, la Vanoli macina così terreno 57-61. Durante una palla contesa a terra Brooks subisce una botta alla gamba ed esce dolorante. Una Vanoli in crescita chiude il terzo quarto 57-62.

L’inizio vede una milano partire forte con 4 punti di Datome e un’antisportivo a Palmi, Milano allunga 61-72. Galbiati chiama il timeout e schiera i titolari Poeta, TJ Williams, Cournooh, Hommes e Lee. Messina risponde schierando Tarczewski con Roll, Datome, Punter e Moraschini. Super parziale di 8-0 firmato Hommes- Poeta e timeout Messina sul 69-72, Milano in difficoltà. Cremona esce decisa dal minuto: alley oop chiuso da Lee e altri due punti di Poeta più libero aggiuntivo (12 punti+7 assist), Cremona supera 74-72.

Marcus Lee inchioda l’ennesimo alley oop e Milano continua il suo periodo di difficolta dalla lunga distanza.  Serve la tripla di Datome a ridare ossigeno a Milano, 76-75 e timeout Galbiati.
TJ Williams fa 2/2 ai liberi, ma Leday con la tripla pareggia 78-78. Milano chiude le maglie difensive portando per due volte Cremona ad un tiro forzato. Dentro Poeta per ridare fiducia e ordine ai suoi, gli ospiti segnano in lunetta con Leday.

Le squadre sbagliano parecchio e il cronometro corre, ma è Cremona che guadagna il possesso con il passi di Moraschini. Punteggio fermo 78-80, la Vanoli spreca e vanifica con il fallo di Lee, Punter fa 2/2. Si cambia lato del campo, Hommes segna la tripla del 81-82. Mian manda ancora Punter in lunetta che fa 1/2: la palla passa a Cremona con 5 secondi sul cronometro e punteggio 81-83. Hommes si prende un tiro da distanza siderale che impatta sul ferro, vince Milano 81-83.

Lorenzo Scaratti

© Riproduzione riservata
Commenti