Vbc
Commenta

Casi Covid a Novara dopo
la partita con Casalmaggiore,
nuovi controlli per le rosa

Un momento della partita di mercoledì

Il tecnico Lavarini, il direttore generale Marchioni e le giocatrici titolari Smarzek e Washington : quattro membri del gruppo squadra di Novara positivi al Covid19. Il giro di tamponi effettuato dal club piemontese dopo il turno infrasettimanale di mercoledì contro Casalmaggiore ha evidenziato un piccolo cluster all’interno della Igor Volley. 

Una notizia che ha fatto scattare ulteriori controlli anche tra le fila della Vbc, già ai box dato il rinvio della gara di domenica contro Busto Arsizio, squadra anch’essa fermata dal virus, per la seconda volta in stagione. 

Per la èPiù, anticipati i tempi del test molecolare entro il fine settimana. Per scongiurare ulteriori rischi, le rosa d’ora in poi si alleneranno in una bolla ancor più stretta. In Baslenga entreranno solo giocatrici e membri dello staff tecnico. 

Anche dirigenti e accompagnatori raccattapalle resteranno fuori dalle strutture d’allenamento. Al vaglio la possibilità di attivare un servizio spesa a domicilio, per evitare al gruppo squadra di frequentare posti affollati come possono essere i supermercati. 

Con i primi casi Covid19 a Novara, sono ormai cinque le squadre di A1 che hanno fatto i conti col virus. E il bilancio rischia di essere salatissimo anche per la Lega Pallavolo serie A femminile. I dubbi sul prosieguo della stagione sono notevoli. Basti pensare alla posizione di Giuseppe Pirola di Busto Arsizio, lapidario nel suo ultimo comunicato: “Non è più il gioco della pallavolo, ma un gioco alla sopravvivenza. Ora basta”.

© Riproduzione riservata
Commenti