Commenta

La Pol. Castelnuovo chiede
aiuto: 'Consapevoli delle
difficoltà, contribuite a risollevarci'

La Polisportiva Castelnuovo si trova “in gravi difficoltà economiche e a causa dell’annullamento delle previste attività non abbiamo potuto introitare preziose e vitali risorse”, come spiega il direttore generale Paolo Pissavini in una lettera. “Siamo – spiega – una società calcistica dilettantistica senza fine di lucro, che cura la crescita umana e sportiva di circa duecento nostri tesserati, bambini e ragazzi, dai più piccoli, fino alla categoria Juniores”.

L’epidemia, che “costringe sulla difensiva tutto il Paese, ha comportato la sospensione di tutte le attività della Polisportiva e l’annullamento di tutti i tornei organizzati dalla nostra società”, con la stagione calcistica che è “da considerarsi terminata e non possiamo nemmeno pensare di organizzare il consueto e tradizionale camp estivo della nostra Polisportiva: tutto ciò ci rammarica e rattrista”. “E’ stata – racconta Pissavini – un’annata particolare, densa di avvenimenti significativi e sfortunati, che ci stanno mettendo in grave difficoltà, ma abbiamo l’imperativo morale di non abbatterci, d’essere positivi e pronti alla ripartenza”.

Il Dg biancoverde chiarisce: “Ci rendiamo conto che le priorità del Sistema Paese sono altre: sanitarie, economiche e sociali. Riteniamo, però, che debba essere inclusa tra le priorità sociali anche un aiuto a tutte quelle società dilettantistiche senza fine di lucro, come la nostra, costituita da uno sparuto gruppo di volontari, che da anni, con passione e fatica, riesce a far svolgere attività sportiva a tanti ragazzi che, altrimenti, si troverebbero privi di un importante supporto alla loro crescita”.

“Siamo consapevoli – ammette Pissavini – delle gravi difficoltà economiche a cui in tanti andranno incontro, tuttavia, rinunciando ad un caffè alla settimana, donando ciascuno, magari anche solo 50 euro, contribuireste, significativamente, a risollevare le sorti della Polisportiva, aiutando il ritorno alla normalità e alla felicità dei nostri ragazzi (l’IBAN della società è IT 66K 07 0765 6841 0000 0002 2315, ndr)”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Guido Lombardi (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Guido Lombardi.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware