Commenta

Volley: Ostiano
manda al tappeto
Verona al tie break

OSTIANO 3
VERONA 2
(25-21, 18-25, 25-23, 21-25, 15-12)
Csv-Rama Ostiano: Sironi 23, Barbarini 11, Lucchetti 12, Ravera 12, Frugoni 5, Ferrigno 3, Ferrara (L), Brumat 5, Maghenzani 1, Braga, Dalpedri, Bortolot ne. All. Bolzoni.
Vivigas Arena Verona: Coltri 6, Guiotto 11, Brignole 9, Falotico 10, Sgarbossa 21, Bissoli 2, Moschini (L), Zanguio 1, Merzari 2, Faettini (L), Mazzi 9. Ne: Ferrari e Mazzi. All. Bertolini.
Arbitri: Libralesso e Cardoville.
Note: durata set: 26′, 21′, 29′, 27′, 20′; Ostiano-Verona: aces: 3-10; errori in battuta: 17-18; muri: 6-10; attacco: 32%-34%; ricezione: 57%(30%)-66%(28%).

Volley: serve un’altra battaglia chiusa al tie break alla Csv-Rama Ostiano per aver la meglio della Vivigas Arena Verona, far proprio lo scontro diretto e scavalcare proprio le venete al sesto posto. Match scorbutico quello del PalaVacchelli che le ragazze di coach Giorgio Bolzoni, ancora orfano di Bortolot e con Ferrigno in campo febbricitante, hanno avuto l’occasione di chiudere già nel quarto set quando, avanti 21-19, hanno subito il 6-0 veronese che ha trascinato la contesa al quinto set. Primo parziale di buona fattura per Frugoni e compagne che hanno sempre tenuto in mano il pallino del gioco provando più volte la fuga (15-10 e 20-16) senza riuscire a vincere definitivamente la resistenza veronese. Sono serviti 7 punti di Sironi e 6 di Ravera, partita in sestetto per Brumat, per chiudere sul 25-21. Inerzia completamente ribaltata nel secondo parziale con il turno al servizio di Sgarbossa a mietere vittime nella metà campo celeste con 4 aces letali. Le ospiti hanno così scavato il solco decisivo nella parte centrale del set allontanandosi progressivamente sino al 12-21 che di poco ha anticipato il 18-25 dell’1-1. Tutto da rifare, dunque, per la Csv-Rama, che non ha patito il contraccolpo del set perso e si è rimessa a spingere sui pedali per ripristinare la propria supremazia. L’ennesimo acuto di Sironi, 7 punti nel parziale col 40%, il turno al servizio di Barbarini ed un muro tornato incisivo (3 vincenti nel set) hanno scavato il solco potenzialmente decisivo (16-10), ma ancora una volta le ragazze di Bolzoni si sono complicate la vita con le proprie mani risolvendo solo al fotofinish il set sul 25-23. L’occasione di prendere tre punti cruciali in ottica classifica era ghiotta e l’andamento del quarto set ha messo Ostiano nelle condizioni di chiudere la contesa dato che le padrone di casa sono sempre state a contatto e si sono presentate all’ultima curva avanti di un’incollatura (21-19). I 7 muri subiti hanno però ribaltato ancora una volta l’andamento del set per il break letale (6-0) che ha spinto Verona al 21-25 del tie break. Nel quinto set sono partite meglio le ospiti, capaci di tentare la fuga sul 3-5 ma Ostiano si è ripresa subito grazie a Brumat, entrata per Ravera, e Barbarini, brave a trovare i punti decisivi per segnare il sorpasso. Verona ci ha messo gli errori, Ostiano la lucidità e la freddezza necessarie per chiudere sul 15-12 e portare a casa una vittoria dal peso specifico importantissimo.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware