Commenta

Enercom Fimi sconfitta 3-2
dall'Arbor, ma il punto basta
per entrare in zona playoff

Foto di repertorio

Enercom Fimi-Arbor Reggio 2-3 (23-25, 25-17, 25-20, 13-25, 4-15)

Enercom Fimi Volley 2.0: Cornelli 6, Giroletti 8, Labadini (L), Negri, Nicoli 5, Venturelli (L), Cattaneo 2, Frassi, Mosca, Cazzamali, Fioretti 14, Fugazza 1, Pinetti 19, Diagne 10. All. Moschetti.

Arbor Interclays Reggio: Talami 14, Magnani 13, Gennari 10, Borghi 8, Bonacini 7, Vecchi 5, Spagnuolo 3, Bellentani 2, Cocconi 1, Zanoni, Bucciarelli (L), Saccani, Salvaterra (L). All. Garuti.

L’Enercom Fimi viene sconfitta al tie break nella partita con l’Arbor Reggio ma il punto conquistato  porta le cremasche al terzo posto in classifica e quindi in zona playoff. E’ stata una gara difficile da inquadrare, con un primo set caratterizzato dai tanti errori delle biancorosse che si sono riprese nella parte centrale del match prima di smarrirsi e dare il via libera alle emiliane.

L’Enercom Fimi parte meglio nel primo set ma sul 7-5 subisce un parziale di 0-5 causato anche dai tanti errori. La reazione è immediata con quattro punti consecutivi che portano il punteggio sull’11-10. Altri due errori biancorossi in attacco e l’Arbor arriva a 11-13 prima due cinque punti consecutivi del Volley 2.0 anche grazie ai muri di Nicoli e Fioretti. Dal 20-17 Reggio accelera in battuta e sorpassa sul 21-22. Ancora a muro le padrone di casa pareggiano a quota 23 poi l’Arbor va a segno con Talami e chiude il set grazie all’invasione a rete delle biancorosse che arrivano a 14 errori nel corso del set.

Parte all’insegna dell’equilibrio il secondo parziale ma dal 6-7 l’Enercom Fimi accelera con un parziale di 8-1 per il 14-8 ottenuto limitando le sbavature. Il muro porta altri punti alla squadra di casa mentre le ospiti sbagliano qualche battuta e il divario cresce fino al 24-14. Reggio firma tre punti prima di arrendersi all’attacco di Giroletti sul 25-17.

L’Arbor non si scompone e torna a lottare nel terzo set anche se Crema arriva al 12-8 e si mantiene sempre avanti. Il divario però si riduce fino al 18-17 con l’ace di Gennari. Ma dal 19-18 un buon turno di battuta di Fioretti chiuso con un ace porta le squadre sul 23-18, un divario che viene gestito fino al 25-20 che ribalta il conto set e porta l’Enercom Fimi avanti 2-1.

Di fatto però la gara delle biancorosse si chiude qui. Nel quarto set l’Arbor parte sul 2-7 e non sbaglia più niente mentre le cremasche non riescono a ritrovare il filo del gioco. Dopo pochi scambi Moschetti ha già chiamato i due time out ma senza riuscire a cambiare l’inerzia del set. Con due muri consecutivi l’Arbor va sul 5-13. Un paio di attacchi di Pinetti servono solo a ridurre il divario e dal 10-24 il parziale si chiude sul 13-25.

Si va al tie break e la situazione peggiora: Reggio parte con 5 punti consecutivi e interrompe la serie con l’errore in battuta. Il secondo punto dell’Enercom Fimi è sul 2-7 a muro, il primo punto in attacco arriva da Cornelli sul 4-13. A chiudere il match ci pensa Borghi dalla linea dei 9 metri.

La squadra esce dal campo visibilmente delusa per il calo degli ultimi due set ma i risultati dagli altri campi ricordano che ogni gara è difficile, e le sconfitte di Mirandola e Rubiera (sul campo del Bedizzole ultimo in classifica) portano l’Enercom Fimi al terzo posto che vale l’ingresso in zona playoff. Nel momento più difficile un segnale che non bisogna dare nulla per scontato, nel bene e nel male.

A fine gara coach Matteo Moschetti non fa drammi per il risultato negativo: “Abbiamo perso i punti di riferimento e siamo colati giocando una gara al di sotto delle nostre possibilità. Ma può capitare una giornata non brillante anche perché di fronte avevamo un’ottima squadra che ha sbagliato poco e fatto un’ottima partita. Il punto è però bastato per arrivare al terzo posto, a conferma che il nostro campionato resta molto positivo”.

Una gara caratterizzata da tanti errori, anche da diverse infrazioni come le invasioni a rete. “Forse siamo stati troppo aggressivi, ed abbiamo commesso degli errori. Dobbiamo fare tesoro di questa esperienza per affrontare le prossime partite nel modo migliore”.

Matteo Garuti, tecnico dell’Arbor spiega: “Penso che la chiave della gara sia stato il nostro cambio in palleggio che ha tolto punti di riferimento a Crema. Le cremasche sono anche calate un po’ in battuta mentre noi abbiamo continuato a rischiare nel fondamentale ma commettendo meno errori. Dopo un periodo difficile ora siamo in un momento brillante e il successo contro una squadra forte come l’Enercom Fimi lo dimostra”.

Risultati serie B2 girone C (15^ giornata): Marudo-Real Volley Bs 3-1, Cusano-Mirandola 3-0, Gossolengo-Gorgonzola 3-0, Bedizzole-Rubierese 3-1, Enercom Fimi Crema-Arbor Interclays 2-3, Campagnola-Nure Volley 3-0, Spezia-Gussago 3-0.

Classifica: Gossolengo 42, Cusano 34, Enercom Fimi Crema 31, Mirandola 30, Rubierese 29, Campagnola 27, Arbor Reggio 23, Nure 22, Gorgonzola 20, Real Volley Bs, Spezia 16, Marudo 11, Gussago 8, Bedizzole 6.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware