Commenta

Pallacanestro Crema, turno
infrasettimanale contro la
capolista Vaporart Bernareggio

Secondo turno infrasettimanale per i leoni cremaschi. Come nell’andata, l’inconsueto mercoledì cestistico coincide con il match contro la capolista Vaporart Bernareggio, prossima protagonista della Final Eight di Coppa Italia. L’avversario più difficile per una Crema che, data la situazione di classifica, è costretta a cercare punti contro qualunque avversario. La sconfitta di Olginate ha messo otto lunghezze in classifica tra i leoni cremaschi e la salvezza diretta, a questo punto difficilmente ipotizzabile. Sei punti distanziano invece Crema da Vicenza ed Olginate, con la quale i rosanero hanno conservato il vantaggio negli scontri diretti, nel caso si riuscisse a sterzare e raggiungere la quart’ultima piazza, per giocare i playout con il vantaggio del fattore campo. Discorsi molto futuribili; la realtà attuale dice che Crema è reduce da quattro sconfitte consecutive, deve evitare l’ultimo posto che porterebbe alla retrocessione diretta e continua a faticare, soprattutto nel gioco offensivo.

E’ invece riduttivo parlare di stagione miracolosa per la Vaporart Bernareggio, visto che la banda di coach Marco Cardani si permette di guardare tutte le altre dall’alto in basso, forte di un ruolino di marcia impressionante. I capoclassifica hanno registrato l’ultimo referto giallo il 24 novembre scorso a Vigevano, vincendo da allora otto partite consecutive, l’ultima soffrendo in casa contro Mestre. I biancorossi monzesi vantano il miglior attacco del torneo, mettendo a segno 78.7 punti a partita. La Vaporart mette grande energia e intensità anche nella metà campo difensiva. I ragazzi di Cardani cambiano praticamente su ogni blocco e concedono circa 65.8 punti agli avversari. Come tutte le squadre che aggrediscono e puntano su ritmi alti ci può essere la propensione a perdere qualche pallone di troppo ma la presenza a rimbalzo (oltre 40 a gara) compensa, anche perché ben 11 di questi rimbalzi arrivano in attacco, con il centro Diouf a farla da padrone come secondo nel girone in questa statistica.

Il lungo di origini senegalesi è spesso l’unico uomo d’area schierato da coach Cardani, i cui quintetti prevedono assiduamente la presenza di quattro esterni, con uno starting-five completato generalmente dal play Todeschini, dalla guardia Baldini e dalle ali Laudoni e Gatti. Crema dovrà avere una concentrazione molto superiore al normale per avere chanches di vittoria contro la Vaporart. Un ingresso difensivo in partita lento come quello di Olginate, con 28 punti incassati in 10′, risulterebbe sicuramente fatale al cospetto dei capoclassifica.
Mettere la museruola al talento di Laudoni, terzo miglior marcatore del torneo e limitare il tiro da fuori di Todeschini e Gatti, rispettivamente terzo e quarto nelle percentuali da dietro l’arco, dovranno essere le chiavi difensive per Crema, che dovrà anche evitare il più possibile di concedere seconde opportunità a Bernareggio, che tira con percentuali complessive vicine a quelle dei rosanero di casa, tra i quali è in dubbio la presenza del play Forti. Nella metà campo offensiva Del Sorbo e compagni dovranno mettere i tiri non disputati e migliorare le percentuali dalla lunetta, troppo spesso vicine al 50%. La spinta decisiva potrebbe arrivare dal pubblico del PalaCremonesi, chiamato agli straordinari infrasettimanali.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware