Commenta

Enercom Fimi ko
3-1 in casa della
capolista Gossolengo

Busa Foodlab Gossolengo – Enercom Fimi Volley 2.0 3-1 (25-19, 25-23, 18-25, 25-14)
GOSSOLENGO: Scarabelli 16, Cattaneo 14, Cobbah 10, Donida 9, Zambelli 6, Colombano 6, Nedeljkovic, Caviati, Bianchini, Galibardi, Gilio (L), Antola, Traversoni (L), Chinosi All. Sassi.
ENERCOM FIMI: Pinetti 16, Giroletti 11, Fioretti 10, Cattaneo 6, Diagne 3, Cornelli 1, Frassi 1, Negri, Venturelli (L), Fugazza, Cazzamali, Nicoli, Labadini (L), Mosca. All. Moschetti.

Troppo Gossolengo o forse troppo poca Enercom Fimi, ma la sostanza è la vittoria della capolista per 3-1. Le cremasche hanno pagato dei passaggi a vuoto da cui hanno faticato ad emergere, ma quando hanno trovato sufficiente continuità, come nel secondo e terzo set, hanno impensierito le piacentine. Il Busa Foodlab non ha giocato una gara perfetta, ma l’esperienza è stata sufficiente per gestire i momenti di difficoltà e chiudere in quattro set.

A Gossolengo il pubblico affolla la palestra e buona parte dei presenti è arrivato da Crema col solito gruppo di sostenitori che anima rumorosamente il palazzetto. Coach Moschetti manda il campo il sestetto più usato con Nicoli in palleggio e Giroletti opposto, Pinetti e Cattaneo schiacciatrici, Diagne e Fioretti al centro, Labadini libero. Nonostante il sostegno l’Enercom Fimi fatica a entrare in gara e si trova sotto 1-5 dopo aver subito un ace, un muro e aver commesso due errori. Pinetti e l’ace di Fioretti riavvicinano le squadre sul 5-4, Marina Cattaneo ribatte con due ace poi sale in cattedra Scarabelli e si arriva al 16-8. Le biancorosse escono dalla crisi e alzano il muro per arrivare a un solo punto dalle avversarie sul 18-17 grazie a Pinetti. Dal 20-18 però Scarabelli mette a terra due attacchi, le ospiti ne sbagliano altrettanti e si arriva sul 24-18 che di fatto chiude il set.

Il secondo parziale si apre con un poker di punti delle cremasche con Fioretti protagonista grazie a due ace e Pinetti che mura Zambelli. Il vantaggio resta invariato fino al 12-8 poi le piacentine si riavvicinano e dall’11-13per Crema trovano un parziale di 6-1 che vale il sorpasso sul 17-14. L’errore di Gossolengo, commesso dalla cremasca Donida, riporta le squadre in parità a 18 ma le padrone di casa tornano avanti di tre punti. Dal 23-19 due volte Pinetti e Cattaneo riportano sotto l’Enercom Fimi sul 23-22 ma ci pensa Cobbah, con l’aiuto della rete, a chiudere il set col minimo vantaggio.

Avvio in apnea per la ricezione cremasca ed è 3-0 Gossolengo, poi l’ace di Frassi vale il 4-3 per il Volley 2.0. Si lotta punto a punto fino al 15 pari poi Giroletti ferma a muro Scarabelli, Fioretti colpisce con una fast precisa e l’Enercom Fimi va sul 19-15. La squadra trova un momento di grazia, colpisce a muro, in battuta e in attacco e allunga fino a conquistare il parziale 25-18.
Ma la gara resta aperta solo pochi minuti perché nel quarto set il Busa vola sul 14-3 anche grazie ai 7 errori e ai 2 ace subiti dalle cremasche. Le biancorosse provano a reagire, sempre sfruttando il muro, e risalgono fino al 17-9 ma poi Gossolengo riprende in mano la partita e la chiude la cremasca Marina Cattaneo che mette palla a terra per il 25-14.

Il team manager Marco Grassi racconta così la gara: “Gossolengo si è confermata la squadra molto forte, ricca di giocatrici d’alto livello, che ci aspettavamo. Noi non abbiamo reso secondo le nostre potenzialità e contro un avversaria così forte se non si è al meglio non si può fare molto. Abbiamo avuto passaggi a vuoto su cui dovremo lavorare. Anche queste gare fanno parte di un percorso di crescita”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware