Pergolettese
Commenta

Pergo ko in amichevole
con la Pro Sesto (1-2),
ma con segnali positivi

Pergolettese – Pro Sesto 1-2

PERGOLETTESE (1° tempo): Ghidotti , Russo, Villa, Panatti, Brero, Bakayoko, Muchetti, Ferrari, Bortoluz, Manzoni, Canessa.

PERGOLETTESE (2° tempo): Romboli, Castellana, Girgi, Lucenti, Coly, Poledri, Rao, Roma, Faini, Franchi, Malcore. All.. Contini.

PRO SESTO: Tamma, Vigano’, Sassi, Gattoni, Caverzasi, Di Maio, Capelli, Carnevale, Di Renzo, Omayer, Cominetti. Sono entrati nel s.t. Cioffi, Bettoni, Bosco, Crosariol, Tota, Gualdi, Romano, Scapuzzi, Monni, Moscatelli. All. Parravicini.

ARBITRO: sig. Zaniboni di Crema.

RETI: 47’ Rao (Pe), 65’ Moscatelli (PS), 68’ Gualdi (PS).

Ko nel test di Ripalta Cremasca per la Pergolettese contro una Pro Sesto capace di ribaltare il risultato nel secondo tempo, dopo che la prima frazione si era conclusa 0-0. I primi 45’ sono stati caratterizzati da un paio di tentativi di testa usciti di poco: il primo di Bortoluz all’ 11’ e il secondo di Canessa al 32’, entrambi su assist dalla sinistra di un attivo Muchetti. La ripresa si è invece aperta dopo 2’ col bel gol del classe 2001 Rao che ha insaccato con un bel diagonale dopo un batti e ribatti in area. Il pareggio della Pro Sesto arriva al 65’ grazie a un bolide di Moscatelli dalla lunga distanza che si è insaccato a spiovere sorprendendo Romboli. Dopo soli 3’ arriva anche il gol del 2 a 1 per i milanesi, con Gualdi che ha ripreso un pallone respinto dal portiere di casa. Poi fino al termine Pergolettese costantemente nella metacampo avversaria, con la Pro Sesto tutta in difesa a chiudere qualsiasi spazio. Ora testa e concentrazione per la prima uscita ufficiale, domenica sera ad Alessandria contro la Juventus U23 per la prima giornata di Coppa Italia di serie C.

Matteo Contini, in ogni caso, non appare affatto preoccupato dal ko: “Oggi è stato un buon allenamento, intenso; abbiamo caricato sia ieri (martedì 30 luglio) che oggi. E’ stata una partita vera, giocata con agonismo, in previsione della gara di domenica di Coppa Italia contro la Juventus. Sarà la prima uscita dove conterà il risultato, contro una formazione, quella juventina, con giocatori giovani ma molto forti. Oggi ho cambiato un po’ il nostro solito modo di giocare; io non amo avere un modulo unico, mi piace poter variare a seconda della forma e degli avversari. Ho messo Manzoni, nel suo ruolo originale, dietro le punte: secondo me lo può fare, ha meno compiti difensivi, rimanendo sempre un giocatore dotato di notevole qualità”. “Ho fatto giocare tutti quelli che avevo a disposizione – ha aggiunto Contini -, mettendo così minuti nelle gambe in egual misura per tutti. Ho schierato anche i due giocatori che abbiamo qui in prova, Castellana e Coly: entrambi sono andati bene, mettendo in campo molta voglia di fare e in particolare devo fare i complimenti a Coly, giocatore con una illustre carriera tra serie B e C, che a 35 anni si è rimesso in gioco, accettando di venire qui con  noi per un periodo di prova. Su entrambi prenderemo una decisione con la società”.

© Riproduzione riservata
Commenti