Altri Sport
Commenta

Nuoto: La Fritz Dennerlein
di Ercolano ospite della
canottieri Baldesio

Per il settore nuoto della Baldesio ecco un’altra grande ed inedita novità! Un gruppetto di tre atleti della Fritz Dennerlein di Ercolano sta finalizzando la preparazione per i prossimi Campionati Italiani Estivi di Roma presso la bellissima vasca olimpionica sociale, dove si tratteranno per una decina di giorni.
Ad accoglierli al loro arrivo in società, il consigliere del nuoto Marco Montagni, il sempre presente Paolo Morabito e Filippo Ferrari che ha fatto da intermediario recandosi a Napoli a fine aprile.
Questo “collegiale” cremonese sarà l’occasione di vedere all’opera un trio di atleti veramente di altissimo livello.
Nello specifico, occhi puntati sul giovanissimo fuoriclasse Alfonso Della Morte, polivalente atleta del 2005.
Dopo essersi aggiudicato due ori a quattro argenti agli ultimi Criteria, Alfonso scenderà in vasca al Foro Italico su 50-100-200sl, 100 farfalla e 200 misti, puntando a ritagliarsi un ruolo da grande protagonista fra gli R14.
Al momento, lo stesso atleta vanta le migliori prestazioni in graduatoria su 100 farfalla e 100sl grazie ai tempi di 58″12 e 54″20.
Oltre a lui, nella vasca cremonese presenti anche Michele De Luca Cicale, classe 2004, interessante mezzofondista dal passo regolare che a Roma nuoterà 400,800 e 1500sl.
Infine presenza femminile con Luana Carrotta, classe 2005, che su 100 e 200 dorso, al Foro Italico, sarà avversaria della nostra Paola Roversi.
Ma soprattutto ad accompagnarli ecco un grande allenatore, ma soprattutto un grande personaggio come Riccardo Siniscalco, responsabile tecnico della società dove è coadiuvato dai tecnici Pio Papa e Rosario Spagnuolo.
Davvero una presenza importante la sua dal momento che, sotto la sua guida, un “certo” Massimiliano Rosolino, nelle file della Canottieri Napoli, ha iniziato a muovere le prime bracciate fino all’indimenticato oro Olimpico di Sidney nei 200 misti.
Successivamente, il tecnico partenopeo ha allenato anche Emiliano Brembilla e Andrea Beccari durante la parentesi a Bergamo con l’Ispra Nuoto (in quel gruppo nuotava anche il nostro coach Stefano Fedeli), oltre ad aver fatto parte dello staff azzurro come responsabile della 4×200 maschile vicecampione mondiale a Fukuoka.
La motivazione di questo collegiale al Nord è dovuto alla quasi totale carenza di impianti adeguati, problema che da tempo affligge la Campania e che quest’anno si è aggravato vista la complessa organizzazione delle recenti Universiadi che si sono disputate nella rinnovata “Scandone”, chiusa prima e dopo questo grande evento internazionale.
In ogni caso, questo ritiro baldesino della Fritz Dennerlein rappresenta la prima volta nella storia in cui una società cremonese incontra una realtà del Sud, costituendo una importante occasione di confronto, fondamentale nel nuoto e nello sport in generale.

© Riproduzione riservata
Commenti