Commenta

Crema, il 7 luglio torna
il MotoDay in attesa
della Milano-Taranto

Ritorna il 7 luglio a Crema l’evento cremasco dedicato al mondo delle due ruote. Sotto l’organizzazione del Moto Club Crema approderanno, nella nuova location in via Macello – piazzale zona pompieri, diverse discipline motociclistiche il tutto con ingresso libero. Il programma del Moto Day che farà da parentesi di apertura al passaggio dell’evento Internazionale Milano Taranto, vedrà dalle ore 16.00 fino a sera: Esibizioni di Trial, Corsi Minimoto Hobby Sport per i giovanissimi, Gimkana e l’esposizione.

Per quanto riguarda le esibizioni di Trial i piloti del ‘Trial team 3D’ affronteranno ostacoli appositamente predisposti saltandoli con le loro motociclette.  Si tratta di una disciplina molto impegnativa anche dal punto di vista fisico, che comporta molto allenamento per poter partecipare alle fare anche di livello nazionale Dopo il successo dello scorso anno, il club ripropone gratuitamente anche i corsi in minimoto per il ragazzi tra i 7 e 14 anni. I tecnici della federazione motociclistica italiana, sezione Lombardia, metteranno a disposizione in un area delimitata la loro conoscenza tecnica, le minimoto, il casco e tutti i dispositivi di protezione. Le iscrizioni gratuite saranno effettuate il loco durante l’evento. Un’iniziativa davvero unica che nelle scorse edizioni a reso felici molti ragazzi che hanno provato per la prima volta a provare una piccola due ruote. Il Vespa Club ‘G. Bettinelli’, infine, dare delle dimostrazioni di agilità a cronometro con un percorso di gimkana Durante la manifestazione non mancheranno esposizioni di moto dei soci del Club sia moderne che d’epoca e negozi del settore tra cui Elettra con moto da Enduro Elettriche, Moto Valentino Lodi con motociclette Benelli, Motocicli Speciali Cremona con motociclette Royal Enfield e Speed Motor Crema con motociclette Vintage e Special.

Sin dalle 16.00 sarà disponibile il parcheggio per tutti gli amici motociclisti con gadget e promozioni da Parte di Italiana Assicurazioni Crema, ma sarà dalle 18.00 che il ritrovo espositivo entrerà nel vivo: sarà infatti possibile iscriversi gratuitamente con la propria moto per poter accedere alle premiazioni. In particolare saranno premiate la moto più sportiva, la moto più stravagante, la vespa più d’epoca, la vespa più stravagante. Attivo anche il servizio Street food, con tre specialisti cremaschi del settore che accoglieranno i motociclisti con carne di struzzo, pesce ed altre specialità.

A fine serata l’area verrà ì tutta l’area e sarà preparata per l’accoglienza dei piloti della Milano Taranto. Rievocazione della storica gara, oggi la MI-TA è un evento di regolarità ed come la Mille Miglia ma dedicato alle due ruote. Oggi la rievocazione prevede la partenza in notturna dall’idroscalo di Milano come lo era ai tempi della gara ma invece di un’unica corsa fino a Taranto, si svolge su più giorni con tappe cronometrate nel nostro bel paese. Il Moto Club Crema e Moto Club Chieve, in collaborazione con le Tavole Cremasche, accoglieranno come ormai da tradizione decennale i piloti che affrontano la tappa più impegnativa, quella in notturna appunto. A Crema si effettuerà il primo controllo orario e poi i partecipanti ripartiranno in direzione di Breganze alla sede della Laverda.

“La MiTa, giunta alla 33ª edizione, – spiegano dal Moto Club Crema – rappresenta la rievocazione storica della Milano-Taranto, la maratona motociclistica più lunga, avvincente e massacrante andata in scena fino al 1956, il proseguimento in chiave moderna delle mitiche sfide che i nostri nonni, ‘uomini duri’, fin dall’inizio del secolo scorso osavano fare per soddisfare la loro voglia di avventura, partecipando ai grandi raid d’inizio secolo a cavallo di una moto, la loro amata motocicletta”. Tutto era iniziato esattamente 100 anni fa: era infatti il 1919 quando, con il nome di ‘Freccia del Sud’, nacque il raid motociclistico da Milano a Caserta che nel 1932 diventò “Milano-Napoli” e più tardi “Milano-Taranto”. Ultima edizione nel 1956, poi il tragico incidente di Guidizzolo, durante la Mille Miglia del 1957, segnò la fine delle competizioni stradali. Dal 1987 tuttavia, la MiTa rivive grazie “all’impegno e alla passione di Franco Sabatini, patron del Moto Club Veteran S. Martino”. L’associazione perugina, da ormai ben 33 anni, si occupa infatti di organizzare la rievocazione della storica maratona per moto d’epoca, mantenendone “non solo le principali caratteristiche, ma anche e soprattutto lo spirito non competitivo e l’atmosfera amichevole e giocosa, non trascurando di valorizzare la vocazione turistica e le eccellenze gastronomiche del Paese”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware