Altri Sport
Commenta

The Women's Tour, Cavalli
chiude ad un passo dalla top
ten ed è sempre Best Young Rider

Si chiude con un nono posto nella sesta e ultima tappa del Women’s Tour e l’undicesimo posto in calssifica generale la campagna anglosassone di Marta Cavalli. Per lei un Giro in crescendo, con tre piazzamenti nella top ten nelle ultime tre tappe della manifestazione che le hanno quasi permesso di entrare tra le migliori 10 in calssifica generale. I due secondi di distacco da Elisa Longo Borghini, decima e migliore delle italiane, rappresenta comunque un ottimo risultato per la portacolori della Valcar Cylance Cycling. Grazie alle prestazioni in Gran Bretagna, inoltre, la campionessa italiana in carica è riuscita a difendere la prestigiosa maglia azzurra di miglior ciclista Under 23 dell’Uci, la federazione ciclistica internazionale.

Ad aggiudicarsi il Women’s Tour, invece, è stata Elizabeth Deignan (Trek-Segafredo), davanti a Kasia Niewiadoma (Canyon-SRAM), lontana 2″, mentre il podio viene completato da Amy Pieters (Boels Dolmans Cyclingteam) a 23″. Per quanto riguarda l’ultima tappa (125,9 km da Carmathen a Pembrey Country Park), è stata caratterizzata da un attacco da lontano da parte di 7 atlete, vanificato però a 39 km dal traguardo. Anche i successivi tentativi di fuga sono stati annullati dal gruppo e così si è giunti alla volata finale che ha visto imporsi Pieters, davanti a Leah Kirchmann (Team Sunweb) e Roxane Fournier (Movistar Team). Nona e prima delle italiane, come detto, Cavalli.

© Riproduzione riservata
Commenti