Altri Sport
Commenta

Multiple J/P a Mantova:
Dester Leader Tricolore,
Gerevini in grande spolvero

A Mantova sono scattati i Campionati Italiani Juniores e Promesse di prove multiple, aperti anche alla categoria Seniores in ottica Grand Prix Assoluto e Campionati di Società di decathlon ed eptathlon. Al termine della prima giornata grande protagonista è il primatista italiano Juniores Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi), che (nonostante la pioggia che ‘appesantisce’ i 400) mette assieme 3893 punti, solo 71 in meno del ‘passaggio-record’ di Saronno. Tra le Seniores in grande spolvero Sveva Gerevini (Cremona Atl. Arvedi), che totalizza 3319 punti e un gran crono sui 200 metri (24.27 (+0.1).

DECATHLON UOMINI JUNIORES – E’ la prova multipla che subisce le bizze del tempo, con un autentico nubifragio che colpisce il campo Learco Guerra prima dei 400 metri e gli organizzatori costretti ad allestire serie da quattro atleti per evitare la corsia uno e la corsia 2 allagate. Tutto ciò non impedisce a Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) di chiudere un sabato da punto esclamativo con il personale nei 400, un 50.73 che lima sette centesimi al precedente limite e che gli permette di passare al giro di boa a 3893 punti, 71 in meno del sabato-record di Saronno in occasione dei Campionati Regionali. Secondo è un ottimo Lorenzo Modugno (Pol. Triveneto Trieste) con 3515 punti e personali su 100 (11.88/+0.5), lungo (6.46/+1.7) e alto (2.01). Terzo e quarto due lombardi, Alessandro Arrius (OSA Saronno Libertas) con 3397 punti (personale nei 400 con 52.43 e primati outdoor eguagliati ne lungo con 6.81/+1.1 e nell’alto con 1.89) e Simone Ronzoni (Olimpia Bergamo) con 3276 (PB su 100, lungo e alto).

Il primatista italiano Juniores prende subito il comando con due solide prestazioni nelle prime due gare: a referto vanno 11.26 (-0.5) nei 100 (alle sue spalle doppio 11.45 per Alessandro Arrius/OSA Saronno e Giovanni Groppi/Fondazione Bentegodi, rispettivamente con vento a -0.6 e -0.7) e 7.07 (+0.5) nel lungo, specialità in cui Simone Ronzoni (Olimpia Bergamo) infrange per la prima volta la barriera dei 7 metri (7.04/+1.8). Nel peso il migliore è Lorenzo Modugno con 13.24: Dester fa segnare 12.97. Nell’alto Dester e Modugno staccano la concorrenza siglando entrambi 2.01: il cremonese allenato da Pietro Frittoli prende poi il largo nei 400 vincendo per dispersione con 50.73: secondo Leonardo Gennai (CUS Pisa) a 52.06, terzo Mirko Santambrogio(Team A Lombardia) a 52.18, Modugno corre in 53.59.

EPTATHLON DONNE PROMESSE/SENIORES – E’ Sveva Gerevini la protagonista numero uno della prima giornata. La portacolori della Cremona Atletica Arvedi, campionessa italiana Assoluta nel 2017 e nel 2018, conclude con 3319 punti e due personali tra alto e 200. Nei 100 ostacoli il miglior crono (nonostante il vento a -1.5) è il 14.41 di Federica Palumbo: Sveva Gerevini, nonostante un problema con il blocco di partenza, timbra comunque 14.50. Sveva Gerevini balza al comando dell’eptathlon Seniores grazie all’alto, nel quale aggiunge un centimetro al PB superando 1.66. Ancora Gerevini è la migliore nel peso facendo fruttare i propri trascorsi da specialista dei lanci (11.82). Nei 200 metri regala spettacolo Sveva Gerevini: con 24.27 (+0.1) si prende un crono da specialiste dello sprint battendo di due decimi e mezzo un primato siglato due anni fa in occasione della finale del Campionato Italiano Promesse a Firenze.

© Riproduzione riservata
Commenti