Altri Sport
Commenta

Pattinaggio, Campionati Italiani:
poker di medaglie per
i Redblack di Cremona

Lo scorso week end si sono svolti i Campionati Italiani di pattinaggio su Pista a Noale. Il tempo inclemente non ha fermato i mille pattinatori provenienti da tutta Italia. Presente la Redblack roller team di Cremona che ha calato il suo tris d’assi: la campionessa europea Laura Peveri, il campione Italiano Ardit Mullai e la rinata Martina Lanata. Se per Peveri e Mullai si è trattata di una conferma, che a questo livello è comunque difficilissima, è stata Martina la vera sorpresa: ci si aspettava infatti una grande gara ma la medaglia di bronzo conquistata nella 10.000 a punti è stata fantastica. Sicuramente il CT della nazionale Massimiliano Presti avrà notato la prestazione di Martina e si sperano scenari nuovi in azzurro per la fondista cremonese.

La medaglia d’oro nella stessa distanza è stata conquistata dalla compagna di squadra Laura Peveri. Non ci sono più aggettivi per questa atleta che ancora una volta ha coniugato intelligenza, gambe e cuore. Tre quarti di gara nelle prime posizioni ma senza acuti e a una decina di giri dalla fine la fuga decisiva per l’oro. Attesa per le convocazioni ai mondiali di Barcellona e agli Europei di Pamplona. Solo pochi centesimi di distacco dal solito Ghiotto non hanno permesso ad Ardit di salire sul gradino più alto del podio ma due belle medaglie per l’atleta cremonese, un bronzo nei 200 e un argento nei 5000. Ulteriore conferma del talento cristallino del prodotto del vivaio Redblack. Al di là degli acuti delle 3 frecce nell’arco dei tecnici cremonesi Riccardo Cavalli e Bila Bertoli, la squadra ha mostrato una solidità generale che ha portato a molte finali anche non preventivate. Una menzione particolare per Andrea Lazzarini al primo anno juniores con un bellissimo 6° posto nella 10.000. Gara da protagonista senza timori reverenziali contro atleti più grandi di lui.

Bene anche Eleonora Chierici dodicesima nella 5000, tutti sono in attesa dell’acuto che manca da un po’ di tempo per la forte fondista. Decimo e tredicesimo posto per Tommaso Fontana, una crescita lenta ma costante che lo porta, finalmente, a combattere alla pari a tutti i livelli e contro qualsiasi avversario. Nelle ragazze femmine bravissima Alice Casati finalista nella 5000. Tecnica, fisico ma sopratutto grinta stanno caratterizzando la crescita dell’atleta piacentina adottata dalla redblack. Infine finale e buon esordio anche per la matricola Lancetti Luigi 12° nei 200 e 15° sui 3000. Detto dei medagliati e dei finalisti, il merito di un ottimo decimo posto finale nella classifica di società su 88 partecipanti va anche agli altri atleti che con i loro punti hanno contribuito al grande risultato.

Finale sfiorata per pochi centesimi dal capitano Alessia Lazzarni tredicesima nella sprint, venticinquesimo posto per Annalisa Marchini nella 200, buona prestazione anche per la rientrante Nina Grisoli dopo una pausa per lo studio. Finale a un passo anche per lo sprinter Francesco Grisoli a pochi centesimi dalla finale sprint, quindicesimo posto finale per lui. Per la categoria ragazze punti importanti anche da Alessandra Cicchine’ e da Alessia Devito reduce da un lungo infortunio. Esperienza accumulata anche per Giorgia Abramo trentacinquesima tra le ragazze 12. Grande soddisfazione per un risultato di squadra che conferma l’ottimo lavoro dei tecnici in questi mesi. Qualche giorno di pausa e gli atleti si ritufferanno negli allenamenti per preparare una estate intrisa di impegni.

© Riproduzione riservata
Commenti