Altri Sport
Commenta

Ciclismo, a Stagno
la Coppa 1° maggio
riservata agli Under 21

A Stagno Lombardo il 1 maggio, una delle poche gare che il calendario italiano riserva agli Under 21. Un preludio al Circuito del Porto che si corre quattro giorni più tardi, una gara che introduce a quello che sarà lo spirito della corsa più importante del panorama ciclistico cremonese. 100 Km, quelli Stagno, in cui si corre per la Coppa 1° maggio che ormai si avvicina alla 70esima edizione e per il Trofeo Sergio Viola. 1oo Km che si corrono ventre a terra su di un circuito solo apparentemente facile perché completamente pianeggiante, ma che nasconde insidie a volte difficili da conoscere e da superare, come la strada sempre piuttosto stretta, le sei curve ad angolo retto che costringono chi non riesca a stare nelle prime posizioni del gruppo a continue rincorse e cambi di ritmo, il vento che, stando alle previsioni per questa edizione, potrebbe essere un fattore determinante.

Le squadre più forti portano quasi tutte a Stagno i loro giovani. Per loro si tratta di un’occasione ghiotta per misurarsi tra coetanei una volta tanto e mettersi in luce in vista del periodo in cui si vanno ad affrontare le gare già impegnative, proprio a partire dal Circuito del Porto. Gara solo apparentemente per velocisti, nel recente passato ha visto vincere corridori che sono poi diventati importanti come Jacopo Guarnieri, Zoccarato, Lonardi, Cima e Dalla Valle. Non mancano nell’Albo d’Oro recente nomi importanti tra i piazzati: Cristian Rocchetta, il recente vincitore della Coppa Ardigò, fu secondo lo scorso anno, Matteo Sobrero, il recente vincitore del Palio del Recioto fu secondo tre anni fa alle spalle di Cima, Stefano Moro arrivò al terzo posto due anni fa, Attilio Viviani quarto nel 2o17. Quasi tutti velocisti di razza, ma anche passisti capaci di tenere alte velocità per lunghissimi tratti. Quasi tutti costoro saranno sicuramente anche al Circuito del Porto, i loro eredi a Stagno. Un occhio particolare, da parte degli appassionati cremonesi, soprattutto per Rastelli, decimo lo scorso anno e alla caccia del primo successo da Under, ma anche per Diego Bosini.
Partenza alle 14,30, con arrivo previsto alle ore 17.00. Lo spettacolo per gli appassionati è assicurato, anche perché il circuito permette, da alcuni punti, una visione quasi totale della gara.

C. Castellani

© Riproduzione riservata
Commenti