Cremonese
Commenta

Il punto sulla B: Cremo, si
può sognare. Brescia quasi
in A, ribaltone a Palermo

Lunedì di Pasquetta in campo per la 34a giornata di Serie B. Al Rigamonti di Brescia c’è già aria di festa per i padroni di casa che grazie al 3-0 sulla Salernitana (a segno i tre tenori Tremolada, Torregrossa e Donnarumma) si mantengono a 3 punti di vantaggio dal Lecce secondo in classifica e sono ad un passo dalla promozione diretta. La squadra di Liverani, dal canto suo, espugna Perugia grazie alle reti di La Mantia e Falco, che regalano una vittoria ai giallo rossi 3 mesi dopo l’ultimo successo corsaro. L’uovo di Pasqua è invece indigesto a Stellone che paga l’1-1 rimediato dal Palermo a Padova. Il tecnico rosanero è stato esonerato a quattro giornate dal termine della stagione regolare, così come era avvenuto un anno fa per Tedino:  al suo posto torna, a distanza di qualche anno, Delio Rossi. Il Pescara non va oltre lo 0-0 in casa del fanalino di coda Carpi che cerca di aggrapparsi alla speranza di conquistare la salvezza.

Nelle zone basse della classifica lo scontro diretto tra Foggia e Livorno finisce 2-2: i pugliesi al termine del primo tempo hanno già due gol di vantaggio grazie all’autorete di Di Gennaro e ad un euro gol di Kragl, ma la reazione dei toscani arriva dopo l’intervallo. Un Gori incontenibile in otto minuti sigla la sua prima doppietta della stagione che mantiene Foggia e Livorno appaiate a 31 punti. Due rigori sbagliati, uno per parte nel finale, suggellano un match ricco di colpi di scena. Le emozioni più forti però le vivono Cremonese, Cosenza e Ascoli: le tre formazioni sono a quota 42 punti in classifica, e ora sognano i playoff che si trovano a sole tre lunghezze. I calabresi si sono imposti sullo Spezia con la rete di Dermaku, l’Ascoli, con un rigore siglato da Ardemagni ha steso il Venezia. La Cremonese, che per la seconda stagione consecutiva vince al Tombolato di Cittadella, ora è a tre punti dall’ottava posizione: lottare per obiettivi ambiziosi è possibile.

Eleonora Busi

© Riproduzione riservata
Commenti