Commenta

Chromavis Abo, netto
successo con Garlasco
e 3° posto consolidato

Chromavis Abo – Volley 2001 Garlasco 3-0 (25-19, 25-14, 29-27)
CHROMAVIS ABO: Dalla Rosa 16, Cheli 10, Nicolini 7, Porzio 5, Gentili 15, Marchesi 4, Giampietri (L), Raimondi. N.e.: Minati, Franzoni, Colombetti. All.: Barbieri.
VOLLEY 2001 GARLASCO: Cagnoni 6, Venturini 7, Corroux, Sgherza 12, Mazzocchi 3, Fragonas 11, Ferrari (L), Brandi, Angeleri. N.e.: Nardulli, Corti, Simoncini, D’Adamo. All.: Fumagalli.
ARBITRI: Tecla Veronica Di Gaetano e Maristella Tiziani.

E’ una Chromavis Abo sempre più lanciata quella che ha festeggiato l’ennesima domenica positiva al PalaCoim grazie al 3-0 casalingo contro il Volley 2001 Garlasco nella terz’ultima giornata di B1 femminile. Per la squadra di Leo Barbieri, il sogno play-off dopo una poderosa rimonta è sempre più vivo grazie al sigillo stagionale numero 18, che rappresenta anche la quindicesima vittoria nelle ultime sedici partite.

Grazie al bottino pieno, infatti, Offanengo consolida l’ambito terzo posto, approfittando del ko casalingo del Don Colleoni (alla vigilia appaiata alle cremasche e a Vigevano, ndr) contro il Lilliput Settimo Torinese e ora – 3 dalla coppia Chromavis Abo-Florens Re Marcello, quest’ultima a segno contro Palau. Così, Porzio e compagne sono terze a braccetto con le pavesi, ma con due vittorie in più, criterio primario in caso di arrivo a pari punti.

Dal canto suo, Garlasco era arrivato al PalaCoim con il destino già segnato dalle ore precedenti, con la retrocessione matematica che è anche lo stesso verdetto dovuto assaporare da Lurano, prossimo avversario di Offanengo, e in precedenza dalla Cenerentola Varese. Il sabato del terz’ultimo turno ha sancito anche altri verdetti in vetta: la Futura Giovani Busto ha festeggiato la matematica promozione in A2, mentre Lecco – secondo – è certa di partecipare ai play off.

La Chromavis Abo schiera Nicolini in regia, Marchesi opposta, Dalla Rosa e Porzio in banda, Cheli e Gentili al centro e Giampietri libero. Offanengo parte bene (5-1), costringendo coach Fumagalli a fermare il gioco, anche se sono sempre le neroverdi cremasche a rimanere in vantaggio (8-5). Garlasco non si dà per vinta e con pazienza riesce a risalire la corrente sul turno in battuta di Sgherza. Sul 14-13, coach Barbieri chiama time out, ma le pavesi riescono a completare aggancio e sorpasso (14-15). Le padrone di casa, però, non si scompongono: Dalla Rosa firma l’immediato minibreak (16-15), poi nel finale difesa e muro fanno la differenza, con Cheli sugli scudi verso il 25-19.

L’equilibrio iniziale del secondo set, invece, viene spaccato dal turno in battuta di Francesca Dalla Rosa, che con due ace aiuta la Chromavis Abo a passare dal 6-5 all’11-5. Un altro punto diretto al servizio, questa volta di Lisa Cheli, vale il 13-7. Fumagalli inserisce Angeleri per Cagnoni, poi sul 15-10 prova a fermare il gioco, ma è tutto inutile: 18-12. Rientra Cagnoni, ma Gentili graffia dalla linea dei nove metri e la giovane Marchesi brilla in prima linea verso il 25-14 firmato da Dalla Rosa che vale il 2-0.

Diversa, invece, l’inerzia della terza frazione, che vede Garlasco scappare subito (1-4, muro di Fragonas) e difendere il “tesoretto” (5-8). Offanengo reagisce con la parallela di Dalla Rosa e il muro di Nicolini (8-8). Si gioca sul filo del rasoio, con la Chromavis Abo (dentro Raimondi in battuta per un turno) che però va sotto 15-18. Un errore pavese vale il -1 (17-18), ma il gap viene subito ripristinato (17-20). Nel finale, Garlasco spinge al centro (due punti consecutivi di Mazzocchi), allungando 19-23. Offanengo ci crede sul turno in battuta di Nicolini e ribalta la situazione con l’aiuto del muro di Gentili, conquistando addirittura il match point (24-23), annullato da Garlasco. Marchesi va a segno, ma un muro di Cagnoni dice no (25-25). Il block salva Offanengo sulla palla set ospite, poi il servizio di Gentili (chiuso da Cheli) regala la palla match numero tre, disinnescata nuovamente da Cagnoni. Altra occasione, ma questa volta un muro di Nicolini chiude i giochi: 29-27 e 3-0.

Sette ace, otto muri e tante difese hanno spinto Offanengo nell’efficace fase punto a livello individuale, palma ideale di top scorer alla schiacciatrice Francesca Dalla Rosa (16 punti), seguita dalla centrale Francesca Gentili (15). Mvp, la palleggiatrice Cecilia Nicolini, che ha ricevuto la Treccia d’oro dallo sponsor Daniel Bressan.

Proprio Nicolini commenta così il successo: “Nei primi due set ha funzionato tutto, siamo riuscite a esprimere un’ottima pallavolo e a giocare tranquille, aiutate anche da alcuni errori loro. Avanti 2-0, abbiamo un po’ calato l’attenzione e abbiamo pagato dazio, ma ancora una volta è venuto fuori il nostro cuore, dimostrando ancora una volta di saper uscire alla grande dalle difficoltà. Eravamo ancora senza Minati e Virginia (Marchesi) l’ha sostituita molto bene: sono felice per lei. Ora mancano due gare e non si molla nulla”.

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware