Commenta

44esima Coppa Caduti
di Reda, successo per
Plebani (Arvedi Cycling)

Successo pieno di Davide Plebani nella 44ª Coppa Caduti di Reda, la corsa riservata ai Dilettanti della categoria Elite che gli appassionati definiscono il ‘Fiandre di Romagna’ per la durezza del percorso che la caratterizza e che è considerata anche prova valida come 85esimo Giro di Romagna. 27 le squadre presenti con una folta rappresentanza straniera (11 le nazioni). Il percorso di 150 Km prevedeva la scalata di ben sette colli: Cima Carla (due volte, al km 50 e al km 70), Monticino (km 78), Vernelli (km 92), di nuova Cima Carla (km 116), Montebrullo (km 132) e via San Biagio Antico (km 133).

Gruppo compatto fino alla prima scalata di Cima Caria dove passa per primo il faentino Tarozzi (Emilia Romagna Cycling Team) che gareggia sulle strade di casa precedendo Davide Plebani (Arvedi Cycling) e a un altro romagnolo, Matteo Domenicali (Beltrami Tsa Hopplà Petroli Firenze). Sulla seconda scalata di Cima Carla è invece il compagno di squadra Francesco Lamon che si avvantaggia con altri cinque compagni di fuga sino ad ottenere un margine di una cinquantina di secondi, ma la fuga viene riassorbita. Sulla quinta salita in programma, partono a loro volta Fabio Di Guglielmo, Raffaele Radice e Artur Sowinski (VPM Porto Sant’Elpidio Monte Urano), Carloalberto Giordani e Davide Plebani (Arvedi Cycling), Andrea Cervellera (Casillo Maserati), Manuele Tarozzi (#inEmiliaRomagna Cycling Team), Lorenzo Ginestra (Aran Cucine Vejus) e Pietro Di Genova (Bevilacqua Sport – Ferretti).

E’ a questo punto che Plebani sferra il suo primo attacco e con lui rimangono Sewunki e Di Genova che riescono a portare il loro margine sugli inseguitori ad oltre un minuto. In vista del traguardo il bresciano dell’Arvedi sfodera una progressione impressionante alla quale i due compagni di fuga non riescono a replicare e Plebani taglia praticamente il traguardo da solo. Plebani iscrive il proprio nome sull’Albo d’Oro della corsa esattamente dieci anni dopo un altro cremonese, Edoardo Costanzi, e dopo altri nomi importanti del ciclismo italiano come Elia Viviani, Cristian Moreni, Leonardo Bertagnolli.

L’ORDINE DI ARRIVO
1. Davide Plebani (Arvedi Cycling) km 150,7 in 3h 38’42” alla media di 41,344 km/h
2. Artur Sowinski (VPM Porto Sant’Elpidio Monte Urano) a 1”
3. Pietro Di Genova (Bevilacqua Sport – Ferretti) a 3”
4. Luca Coati (Casillo – Maserati) a 18”
5. Andrea Di Renzo (VPM Porto Sant’Elpidio Monte Urano) a 27”
6. Nicolò Pencedano (Bevilacqua Sport – Ferretti) a 31”
7. Filippo Fiorelli (Gragnano Sporting Club)
8. Michele Corradini (Team Fortebraccio)
9. Francesco Baldi (Overall Tre Colli Cycling Team)
10. Andrea Cacciotti (Casillo – Maserati)

Cesare Castellani

© Riproduzione riservata
Commenti

Direttore
Mario Silla (direttore@cremonaoggi.it)

Redazione

Via Bastida 16 – 26100 Cremona / Telefono 0372 805 666 / Fax 0372 080169 | redazione@cremonaoggi.it

Pubblicità
pubbli@cremonaoggi.it | 0372 080167/080168

Cremonaoggi Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

 

Created by Dueper Design | Hosting by Emberware